Skip to main content

Libero.it emails compromised!

By 24 March 2015#!30Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +0200p0430#30Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +0200p-11Europe/Rome3030Europe/Romex30 27am30am-30Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +0200p11Europe/Rome3030Europe/Romex302016Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +02004411446amMonday=136#!30Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +0200pEurope/Rome6#June 27th, 2016#!30Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +0200p0430#/30Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +0200p-11Europe/Rome3030Europe/Romex30#!30Mon, 27 Jun 2016 11:44:04 +0200pEurope/Rome6#News, Web Services

Le soluzioni?

Meccanismi SPF e DKIM

Recentemente molti account @libero.it sono risultati falsificati e con essi inviate mail contenenti link che riportano a siti phishing o a pagine contenenti malware. Le mail di spam non partono dai server IOL (Italia On Line) ma provengono da server stranieri che utilizzano la tecnica spoofing che consiste nel falsificare gli indirizzi dei mittenti; quindi è possibile ricevere mail da utenti conosciuti che in realtà non sono a conoscenza della mail inviata ma che hanno il vostro indirizzo mail in rubrica.

Le soluzioni possibili sono utilizzare meccanismi in grado di assicurare che la mail ricevuta è autentica; possono essere utilizzati i protocolli SPF (Sender Policy Framework) per limitare le falsificazioni del mittente nei messaggi di posta) e DKIM (DomainKeys Identified Mail) che consiste nell’associare un nome a dominio ad un messaggio usando una firma digitale che rende autentico il messaggio).

Next-Data

Author Next-Data

More posts by Next-Data
Next Data - Custom Hosted Solutions